I L    V A C U O L O


Si presenta come una grossa vescicola delimitata da una singola membrana semipermeabile di natura lipoproteica, detta tonoplasto.
Nelle cellule vegetali adulte di norma si rinviene un
unico grande vacuolo centrale, che può occupare anche più del 90% del volume cellulare.
Nelle cellule meristematiche, invece, si trovano piccoli e numerosi vacuoli che, poi, nelle cellelule differenziate adulte confluiranno nel vacuolo unico.
I vacuoli prendono origine dal GERL (insieme di parti comuni al reticolo endoplasmatico e apparato del Golgi) e sono ripieni di un succo vacuolare acquoso, di composizione chimica molto varia.

 


FUNZIONI:

 
Consente alla cellula di raggiungere notevoli dimensioni
     

Evita la formazione di spazi vuoti

      Spinge il citoplasma verso l'esterno della cellula facilitando gli scambi metabolici
      Rappresenta un sistema di escrezione dei rifiuti
      Regola l'omeostasi, funzionando come osmometro, mediante variazioni di concentrazione del succo vacuolare
      Funziona da organulo di riserva (acqua e varie sostanze)
      Concorre alla colorazione di fiori, frutti e altre parti vegetali
   
   CONTENUTO:
 

Acqua

   
 

Glucidi:

   monosaccaridi (glucosio, fruttosio), disaccaridi (saccarosio, maltosio), polisaccaridi (inulina)
 

Sali inorganici:

  tipo e concentrazione dipendono dall'ambiente (Ca2+, K+, Na+, fosfati, nitrati, ecc.)
  Sali di
acidi organici:
  acido citrico (nei frutti immaturi), acido malico, acido succinico, acido ossalico, ecc., spesso in cristalli
  - Amminoacidi:   arginina, lisina
  - Flavonoidi:   pigmenti rossi e blu (antociani) o gialli (flavoni)
  - Alcaloidi:   sostanze basiche probabilmente con funzione di difesa (morfina, cocaina, nicotina, stricnina)
  - Altri metaboliti:   tannini, glucosidi, resine, gomme, oli essenziali, ecc.