settore pelagico le specie endemichele specie non endemichei territori floristici del dominio siculo

Distretto lopadusano

L'isola di Lampedusa e il vicino isolotto di Lampione si differenziano da Linosa, con la quale costituiscono l'arcipelago delle Pelagie, per la natura nettamente differente delle rocce.
Esse, infatti, sono costituite essenzialmente da substrati calcarei, di origine miocenica a Lampedusa e di origine mesozoica a Lampione.

Lampedusa, in particolare, appare piuttosto piatta, con la costa meridionale incisa da profondi valloni e quella settentrionale caratterizzata da alte falesie a picco sul mare.

L'attuale vegetazione dell'isola risulta profondamente degradata, a causa dello scempio ambientale effettuato negli ultimi 150 anni.
I pochi esempi di formazioni naturali si riscontrano solo in alcuni punti impervi e lungo le coste.
Significativa è, comunque, la presenza di un discreto contingente endemico, rappresentato per lo più da paleo-endemismi originatisi per l'antico isolamento geografico dell'isola. Si tratta, infatti, di specie per lo più isolate tassonomicamente o aventi qualche affinità con taxa presenti in Sicilia o sulle coste del Mediterraneo meridionale.

 


Fitogeografia della Sicilia