settore pelagico le specie endemichele specie non endemichei territori floristici del dominio siculo

Distretto melitense

L'arcipelago maltese, costituito dalle due isole maggiori di Malta e Gozo e da una serie di isolotti tra cui Comino e Cominotto, mostra notevoli affinità geo-morfologiche e strutturali con l'area iblea e con l'isola di Lampedusa.

Queste isole, infatti, sono costituite prevalentemente da calcari miocenici che formano estesi tavolati, incisi da profondi valloni detti localmente uadi. Le coste, invece, sono spesso rappresentate da spettacolari falesie, alte oltre 100 m, che si estendono anche per diversi chilometri.

A causa dell'urbanizzazione e delle colture agricole, la vegetazione naturale, di tipo boschivo ed arbustivo, attualmente è in genere circoscritta a poche aree impervie o comunque poco accessibili.
Molto più diffuse ed estese sono le formazioni rupicole presenti sui litorali rocciosi e sulle falesie. E' soprattutto in questi ambienti rupestri che si localizza una ricca flora endemica caratterizzata da diversi paleo-endemismi, fra cui due generi monospecifici endemici (Palaeocyanus e Cremnophyton). Si tratta di specie tassonomicamente molto isolate, appartenenti all'antica flora terziaria, che si sono potute conservare grazie alle peculiari condizioni ambientali di questi habitat rupestri.

 

Falesia (Malta)

Fitogeografia della Sicilia