Euphorbiaceae
Chiudi
 
Euphorbia abyssinica Raeuschel
AreaOrigine
Abissinia, Etiopia
Etimologia
Secondo Plinio il termine generico fu dato da Dioscoride in onore di Euphorbio, medico di Giuba re della Numidia e Mauritania, scopritore della prima euforbia (E. resinifera Berg.). Il termine specifico si riferisce all'area d'origine della pianta.
Collocazione e caratteristiche
Settore: IV 20
Numero: DF
Collezione: Piante succulente
Dimensioni:
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi: No
Portamento
Pianta succulenta, robusta, alta fino a 10 m, con fusti angolari, di colore verde-cinereo, suddivisi in articoli lunghi da 1 a 3 m, con spigoli ondulati e spine appiattite, corte e robuste.
Foglie
Le foglie, che cadono precocemente, sono lunghe ca. 10 cm.
Fiori
I fiori, insignificanti, sono riuniti in infiorescenze a ciazio portate all'apice dei rami.
Frutti
I frutti, delle dimensioni di alcuni centimetri, sono tricocchi.
Coltivazione
Richiede suolo ben drenato, acqua durante il periodo di accrescimento, ambiente asciutto nel periodo di riposo.
Propagazione
Si moltiplica per talea.
Uso
E' una pianta ornamentale.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits