Euphorbiaceae
Chiudi
 
Euphorbia coerulescens Haw.
Sinonimi
Euphorbia virosa Willd.
AreaOrigine
Provincia del Capo (Sud Africa)
Etimologia
Secondo Plinio il termine generico fu dato da Dioscoride in onore di Euphorbio, medico di Giuba re della Numidia e Mauritania, scopritore della prima euforbia (E. resinifera Berg.). Il termine specifico si riferisce al colore azzurro glauco delle parti più giovani.
Collocazione e caratteristiche
Settore: IV 26
Numero: DF
Collezione: Piante succulente
Dimensioni: Altezza:
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi: No
Portamento
Pianta succulenta a portamento arbustivo cespuglioso, alta fino a 4-5 m, con numerosi rami trigoni alla base, poi 4-5 angolari, portanti al margine robuste spine appiattite di colore scuro.
Foglie
Le foglie sono caduche, triangolari.
Fiori
I fiori sono numerosi, riuniti in infiorescenze a ciazio, molto piccole e di colore giallo.
Coltivazione
Richiede suolo ben drenato, acqua durante il periodo di accrescimento, ambiente asciutto nel periodo di riposo.
Propagazione
Si moltiplica per talea.
Uso
E' una pianta ornamentale soprattutto per il portamento.
Interesse
Nei luoghi di origine si utilizza come foraggio.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits