Amaryllidaceae
Chiudi
 
Clivia x cyrtanthiflora (Van Houhle) H. P.Traub
Sinonimi
Imatophyllum cyrtanthiflorum Van Houtte
AreaOrigine
Orticola
Etimologia
Il termine generico è dedicato a Lady Clive, duchessa del Northumberland. Il termine specifico deriva dal greco 'kyrtós' = curvo, arcuato e 'anthos' = fiore seguiti dal suffisso '-flora' che significa 'pianta fiorita' in riferimento alla forma ricurva dei fiori e al loro portamento pendulo nell'infiorescenza.
Collocazione e caratteristiche
Settore: III 48
Numero: DF
Collezione: Piante ornamentali
Dimensioni: Altezza: 50 cm
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi: No
Portamento
Pianta erbacea, perenne, bulbosa.
Foglie
Le foglie, in densi cespi basali, sono nastriformi, ottuse all'apice, di colore verde cupo, lunghe fino a 60 cm.
Fiori
I fiori sono penduli disposti in ombrella terminale alla sommità di uno scapo rigido, robusto e compresso; essi sono imbutiformi, di colore rosso-arancio, con punta verdastra, internamente gialli, formanti alla base un rigonfiamento verde che accoglie l'ovario.
Frutti
Non produce frutti essendo un ibrido sterile.
Periodo di fioritura
Fiorisce in primavera tra Marzo e Aprile, talora anche a febbraio o fino all'inizio dell'estate.
Coltivazione
Pianta piuttosto sensibile al freddo, cresce all'aperto nelle regioni a clima mite. Predilige esposizioni parzialmente ombreggiate e terreno ben drenato. Richiede innaffiature moderate in estate, mentre dall'autunno alla primavera l'acqua va somministrata solo quando il terreno appare secco. Sono note numerose varietà, a fiori gialli, rossi o arancioni.
Propagazione
Si moltiplica per divisione di cespi dopo la fioritura.
Uso
E' un ibrido orticolo ottenuto mediante incrocio tra Clivia miniata Regel e Clivia nobilis Lindl., piuttosto ornamentale per il fogliame e la fioritura, adatta soprattutto a formare bordure o grandi fioriere.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits