Rutaceae
Chiudi
 
Casimiroa edulis La Llave
AreaOrigine
Messico
Etimologia
Il termine generico è dedicato al cardinale Casimiro Gomez de Ortega (1740-1818), botanico spagnolo e direttore dell'Orto Botanico di Madrid. Il termine specifico in latino significa 'commestibile' e fa riferimento ai frutti con polpa dolce e profumata.
Collocazione e caratteristiche
Settore: XIII 13
Numero: DF
Collezione: Piante esotiche
Dimensioni:
Stato di conservazione:
Disponibilità semi:
Portamento
Albero sempreverde, alto oltre 9 m, con giovani rami densamente pelosi.
Foglie
Le foglie sono alterne, digitate, formate da 3-4 foglioline.
Fiori
I fiori sono piccoli, pentameri, attinomorfi, di colore bianco-verdastro, riuniti in infiorescenze a grappolo o a pannocchia. Gli stami sono in numero doppio dei petali.
Frutti
Il frutto è una bacca carnosa, verde-giallastra a maturità, delle dimensioni di una piccolo limone e di gradevole sapore.
Periodo di fioritura
Fiorisce nei mesi di Maggio e Giugno.
Coltivazione
Si coltiva in piena aria, nei climi temperati, su terreno ben drenato.
Uso
Nei climi temperati è coltivata come pianta ornamentale, peraltro non particolarmente frequente.
Interesse
Ha un certo interesse nei paesi sub-tropicali per la produzione di frutti. In Messico il frutto ('zapote blanco') e i semi sono utilizzati a scopo officinale.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits