Palmae
Chiudi
Palma regina  
Syagrus romanzoffiana (Cham.) Glassman
Sinonimi
Cocos romanzoffiana Cham.; Cocos plumosa Hook.; Arecastrum romanzoffianum (Cham.) Becc.
AreaOrigine
Sud America
Etimologia
Il termine generico deriva dal gr. 'syagros' = cinghiale, perché tali animali ne mangiano i frutti. Il termine specifico è dedicato al principe russo M.P. Romanzoff (1754-1826).
Collocazione e caratteristiche
Settore: XII 07 XIII 08 XIV 10
Numero: DF
Collezione: Palme
Dimensioni: Altezza: 18 m; diametro del fusto: 30 cm
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi:
Portamento
Palma a rapida crescita, con fusto slanciato, alto fino a 12 m, provvisto di una corteccia grigia, liscia, con scanalature anulari lasciate dalle foglie cadute.
Foglie
Le foglie, disposte alla sommità del fusto in una corona apicale, sono pennate, di colore verde chiaro, lunghe fino a 6 m, lungamente arcuate e d'aspetto piumoso, formate da numerosi segmenti stretti e lunghi fino a 1 m, ricurvi in basso da metà della propria lunghezza.
Fiori
I fiori sono unisessuali, piccoli, di colore giallo crema, riuniti in infiorescenze che si originano all'ascella delle foglie inferiori, avvolte da una spata lignificata e carenata.
Frutti
I frutti sono drupe di colore giallo-arancio, ovoidali, leggermente appuntite, fibrose esternamente, con seme sferico provvisto di un endosperma edule.
Periodo di fioritura
Fiorisce in estate in esemplari adulti.
Coltivazione
Pianta abbastanza rustica e resistente al freddo (fino a -5 °C). Richiede esposizioni soleggiate, terreno umido, ricco e ben drenato. Sono note alcune varietà colturali quali la 'australis', la 'datil' e la 'botryophorum'.
Propagazione
Si moltiplica in primavera per seme, mantenuto alla temperatura di 24 °C; la germinazione avviene dopo circa un mese.
Uso
Si coltiva come pianta ornamentale per il portamento slanciato e la chioma elegante, sia per alberature stradali che in parchi o giardini, isolata o in filari.
Interesse
In passato, nei paesi d'origine, si estraeva dal seme un olio impiegato per l'illuminazione.
Avversità
Può essere attaccata dal fungo Graphiola phoenicis (Moug.) Poit. che provoca la morte precoce delle foglie.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits