Ebenaceae
Chiudi
Falso loto, Albero di S. Andrea  
Diospyros lotus L.
AreaOrigine
Cina, Giappone
Etimologia
Il termine generico deriva dal greco 'dios' = divino e 'pyros' = grano, frumento e per estensione 'frutto' cioè 'frutto divino' in riferimento alle proprietà organolettiche dei frutti eduli. Il termine specifico è l'antico nome latino adoperato per indicare diverse piante da frutto (e più in generale i loro frutti).
Collocazione e caratteristiche
Settore: XIX 19
Numero: DF
Collezione: Piante esotiche
Dimensioni:
Stato di conservazione:
Disponibilità semi: No
Portamento
Albero caducifoglio, alto fino a 10 m, a chioma ampiamente ramificata.
Foglie
Le foglie sono ovato-oblunghe, color verde-lucido sulla pagina superiore, pelose in quella inferiore.
Fiori
I fiori sono molto piccoli, verdastri con sfumature rosse, unisessuali su piante diverse.
Frutti
I frutti sono bacche rotonde di color viola o giallo.
Periodo di fioritura
Fiorisce in estate.
Periodo di fruttificazione
Matura i frutti nel mese di Novembre.
Coltivazione
Pianta abbastanza rustica e resistente al freddo. Richiede terreno fertile e ben drenato.
Propagazione
Si propaga per seme in autunno.
Uso
E' impiegato come pianta ornamentale per il portamento.
Interesse
In India e nelle Filippine si utilizza anche a scopo officinale.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits