Palmae
Chiudi
Palme delle rocce  
Brahea dulcis Mart.
AreaOrigine
Messico, Perù
Etimologia
Il termine generico è dedicato a Tycho Brahe, astronomo danese. Il termine specifico si riferisce al sapore dolce del frutto.
Collocazione e caratteristiche
Settore: III 17
Numero: DF
Collezione: Palme
Dimensioni: Altezza: 6 m; diametro del fusto: ca. 30 cm
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi: No
Portamento
Pianta arborescente con tronco piuttosto grosso, alto da 3 a 6 m, segnato dalle cicatrici delle vecchie foglie.
Foglie
Le foglie sono palmate, a margine quasi rotondo, profondamente divise in 50-60 segmenti affilati e bifidi, provviste di piccioli sottili, fibrosi alla base e muniti di piccoli denti spinosi ai margini.
Fiori
I fiori sono sessili, ermafroditi, piccoli e giallastri, isolati su spadici molto ramificati, arcuati e penduli tra le foglie più basse e leggermente più lunghi di esse.
Frutti
I frutti sono eduli, gialli a maturità, dolci e succosi, della grandezza di un'oliva.
Periodo di fioritura
Fiorisce tra la primavera e l'estate.
Coltivazione
Pianta a crescita lenta, si coltiva all'aperto nelle regioni a clima mite. Richiede esposizioni soleggiate e terreno ricco, ben drenato.
Propagazione
Si moltiplica per seme.
Uso
Pianta ornamentale, raramente coltivata.
Interesse
In Messico, il legno, molto duro e pesante, viene usato per costruire case e le foglie per ricoprire i tetti.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits