Liliaceae
Chiudi
Cordiline, Palma dracena  
Cordyline terminalis Kunth
Sinonimi
Cordyline fruticosa Goepp.; Dracaena terminalis Rich.
AreaOrigine
Asia tropicale meridionale
Etimologia
Il termine generico deriva dal greco 'kordyle' = mazza, in riferimento alla forma delle radici di alcune specie di questo genere. Il termine specifico fa riferimento alla posizione apicale delle foglie.
Collocazione e caratteristiche
Settore: III 47
Numero: DF
Collezione: Piante esotiche
Dimensioni:
Stato di conservazione:
Disponibilità semi:
Portamento
Pianta a portamento arbustivo, con fusto eretto, ramificato, nella parte superiore, alto da 1,5 a 3-5 m.
Foglie
Le foglie, raccolte in ciuffi all'apice dei rami, sono di colore verde, lunghe 30-60 cm, larghe 5-10 cm, con picciolo molto scanalato.
Fiori
I fiori, riuniti in pannocchie ramificate, hanno il perigono formato da 6 tepali, 6 stami e ovario supero, tricarpellare, con stimma trifido.
Frutti
Il frutto è una bacca rossa.
Coltivazione
Di facile coltivazione, può stare all'aperto nei climi temperati, sia in vaso, su terreno parzialmente sabbioso, che in pieno campo. Ne esistono diverse cultivar, differenti soprattutto nel colore delle foglie che possono essere punteggiate (var. 'amabilis'), striate (var. 'baptistii'), ecc.
Propagazione
Si moltiplica per talea di pezzetti di rami lunghi 5-10 cm.
Uso
E' una apprezzata pianta ornamentale.
Interesse
Nelle aree di origine, questa pianta è ritenuta officinale.
Curiosità
Le piante di questo genere vengono spesso confuse con quelle del genere Dracaena, dal quale differiscono per la presenza di rizomi striscianti, di 3 grandi brattee alla base dell'infiorescenza e di diversi ovuli all'interno dell'ovario.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits