Cycadaceae
Chiudi
 
Cycas revoluta Thunb.
AreaOrigine
Cina, Giappone
Etimologia
Il termine generico deriva da un'antica denominazione adoperata da Teofrasto per una palma di non chiara identificazione, esteso poi a queste piante per la rassomiglianza con le palme. Il termine specifico allude alla morfologia del margine dei segmenti fogliari.
Collocazione e caratteristiche
Settore: VIII 05
Numero: DF
Collezione: Gimnosperme
Dimensioni: Altezza: 3 m; diametro del fusto: 30 cm
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi: No
Portamento
Gimnosperma d'aspetto simile a una palma, sempreverde, a crescita lenta, con fusto colonnare alto fino a 4 m, ricoperto dalle basi persistenti delle foglie morte.
Foglie
Le foglie, disposte in una densa corona alla sommità del fusto, sono pennate, lunghe 1-2 m, formate da segmenti stretti, coriacei, ricurvi, provvisti all'apice di un'aguzza spina, lunghi fino a 25 cm, di colore verde-scuro lucido, più chiari sulla pagina inferiore.
Fiori
I fiori sono unisessuali individui diversi (specie dioica). I maschili sono costituiti da squame spiralate portanti le sacche polliniche e riunite in infiorescenze dette strobili, erette e di forma ovoidale. I fiori femminili sono formati da una vistosa foglia fertile, pennata in alto, densamente tomentosa, di colore giallo ocra, provvista di un lungo rachide sul quale sono lateralmente inseriti gli ovuli nudi.
Frutti
In assenza di un ovario la pianta non forma veri frutti, ma gli ovuli maturano in semi carnosi, di colore rosso-arancio.
Periodo di fioritura
Fiorisce tra la primavera e l'estate.
Coltivazione
Pianta piuttosto rustica, predilige esposizioni soleggiate, terreno fertile e ben drenato. Si adatta bene anche in vaso come pianta d'appartamento.
Propagazione
Si moltiplica in primavera per seme o per divisione di polloni da piante mature.
Uso
Si coltiva come pianta ornamentale in parchi e giardini per il portamento elegante. La quasi totalità degli esemplari coltivati in Italia è rappresentata da individui femminili.
Interesse
In India, in Giappone e in Messico l'amido di questa pianta è utilizzato a scopo officinale.
Avversità
E' attaccata dalle cocciniglie farinose e brune.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits