Musaceae
Chiudi
Grande strelitzia bianca  
Strelitzia augusta Thunb.
AreaOrigine
Natal
Etimologia
Il termine generico è dedicato a Carlotta Sofia di Mecklenburgh-Strelitz, moglie di Giorgio III d'Inghilterra. Il termine specifico significa 'maestosa' e allude al portamento imponente.
Collocazione e caratteristiche
Settore: III 03 XI 12 XII 13
Numero: DF
Collezione: Piante esotiche
Dimensioni: Altezza: 6 m.
Stato di conservazione: Ottimo
Disponibilità semi:
Portamento
Pianta perenne, cespitosa, sempreverde, con fusto alto 5-10 m, legnoso nelle piante adulte.
Foglie
Le foglie sono distiche, oblunghe, lunghe fino a 1 m, spesso sfrangiate in strisce dal vento, di colore verde-scuro, portate da un picciolo lungo 1-2 m, profondamente scanalato e inguainante alla base.
Fiori
I fiori sono riuniti in infiorescenze ascellari, portate da uno scapo breve e avvolte da una spata naviculare di colore porporino-scuro. Essi sono grandi, molto eleganti, pedicellati, con perigonio estroflesso formato da 6 tepali bianchi, gli esterni appuntiti, gli interni diseguali, uno breve largo e concavo e i due laterali lineari, acuminati, saldati all'estremità a formare una sorta di lancia tubulosa.
Frutti
I frutti sono capsule triloculari contenenti numerosi semi neri, lucidi, rivestiti da un arillo arancione.
Periodo di fioritura
Fiorisce in primavera, nei mesi di Aprile e Maggio.
Coltivazione
Pianta piuttosto sensibile al freddo, cresce all'aperto nelle regioni a clima mite. Predilige esposizioni soleggiate e terreno fertile, ben drenato.
Propagazione
Si moltiplica per seme o per divisione di polloni in primavera.
Uso
Si coltiva frequentemente per il portamento imponente e per il denso fogliame.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits