Musaceae
Chiudi
Fiore blu, Uccello del paradiso  
Strelitzia reginae Ait.
AreaOrigine
Africa meridionale
Etimologia
Il termine generico è dedicato a Carlotta Sofia, di Mecklenburgh-Strelitz, moglie di Giorgio III d'Inghilterra. Il termine specifico fa riferimento al medesimo personaggio.
Collocazione e caratteristiche
Settore: XI 09
Numero: DF
Collezione: Piante esotiche
Dimensioni: Altezza: 70 cm
Stato di conservazione: Buono
Disponibilità semi: No
Portamento
Pianta erbacea perenne, alta ca. 1 m, rizomatosa, acaule, cespugliosa.
Foglie
Le foglie sono grandi, disposte a ventaglio, con picciolo lungo e rigido e lamina oblungo-lanceolata, rigida, concava, di colore verde-bluastro, lunga ca. 30 cm.
Fiori
I fiori, sorretti da uno scapo lungo quasi quanto le foglie, sono grandi e vistosi, irregolari, avvolti in numero di 5-7 da una spata a forma di becco o carena, appuntita all'apice, di colore verde con base più o meno porporina, lunga 15-20 cm. Il perigonio è formato da tre tepali esterni di colore giallo-arancio, lunghi e appuntiti, e da tre tepali interni, azzurri, diseguali, due laterali lineari, acuminati, saldati all'estremità a formare una lancia tubulosa, il terzo breve, largo e concavo. Gli stami sono 5 e l'ovario è triloculare con stimma tripartito.
Frutti
I frutti sono capsule triloculari contenenti numerosi semi neri, lucidi, rivestiti da un arillo arancione.
Periodo di fioritura
Fiorisce tra la primavera e l'estate, nei mesi di Maggio, Giugno e Luglio.
Coltivazione
Pianta piuttosto sensibile al freddo, cresce all'aperto nelle regioni a clima mite. Predilige esposizioni luminose e terreno fertile, ben drenato. Sono note diverse varietà coltivate, tra le quali la var. 'juncea' priva di lamina fogliare.
Propagazione
Si moltiplica per seme o per divisione di polloni in primavera.
Uso
Ampiamente coltivata come pianta ornamentale per la fioritura vistosa e caratteristica. Si utilizza frequentemente per fiori recisi.
Chiudi





© 2005 MEDIAETNA - Credits