HomeOrto botanicoErbariStrumenti didatticiAmbienti naturaliAmbienti antropiciScienza e botanica
Introduzione
Erbari on line
I raccoglitori
Guida all'erbario

Torna indietro


Dipartimento di Botanica
 

Francesco Tornabene Roccaforte (1813 - 1897)

Il Tornabene, monaco cassinese, iniziò i suoi studi botanici presso la famosa biblioteca del Monastero benedettino di San Nicolò l’Arena e nell’orto ad esso attiguo. In tale monastero ricoprì le cariche di Bibliotecario, pubblicando un contributo sul patrimonio librario dei Benedettini, e poi di Priore. La sua attività scientifica si rivolse soprattutto alle discipline botaniche e agrarie. Nel 1840, divenne titolare della Cattedra di Botanica che mantenne per oltre cinquant’anni. Fu autore di diverse pubblicazioni sulla flora locale, tra cui spiccano la Flora Sicula (1887) e i quattro volumi della Flora Aetnea (1889-1892). Ricordiamo inoltre le Ricerche sulla flora fossile etnea (1859) e il Saggio di geografia botanica della Sicilia (1846). Altrettanto interesse dedicò ad alcuni aspetti applicativi in campo agronomico, in particolare sulla coltivazione dei cotoni e delle Opunzie. Fu anche per diversi anni Segretario Generale dell’Accademia Gioenia di Scienze Naturali di Catania. Il maggior merito del Tornabene è stato quello di essere riuscito ad ottenere, con grande determinazione e perseveranza, l'istituzione a Catania di un Orto Botanico universitario alla cui realizzazione si dedicò pienamente. Egli intrattenne rapporti con altri importanti Orti Botanici, come Napoli e Palermo e partecipò, con le collezioni di Tabacchi e Cotoni coltivati nell'Orto, alle grandi Esposizioni di Torino, Dublino e Napoli. Dall'impegno personale del Tornabene, non solo scientifico ma anche economico, ebbe anche origine l'Erbario della flora sicula, inizialmente costituito dalle sue stesse raccolte. Grazie alla sua generosità, l'Erbario e la ricca biblioteca del Tornabene sono, ancora oggi, a cento anni dalla sua morte, patrimonio storico del Dipartimento di Botanica.

Riferimenti
www.dipbot.unict.it


Torna indietro


>>> made by Mediaetna