HomeOrto botanicoErbariStrumenti didatticiAmbienti naturaliAmbienti antropiciScienza e botanica
Introduzione
Erbari on line
I raccoglitori
Guida all'erbario

Torna indietro


Dipartimento di Botanica
 

Pietro Pavone (1948-)

Nato a Riposto, Catania, il 18/01/1948 nel 1974 ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche presso l'Università degli Studi di Catania dove fino al 1983 è stato tecnico laureato presso l’Istituto di Botanica, quindi nominato Professore associato di Biologia Vegetale Applicata ed in seguito, nel 2002, professore ordinario di Botanica (settore scientifico disciplinare BIO/02). Attualmente ricopre il ruolo di Direttore del Dipartimento di Botanica.
Il prof. Pavone si è notevolmente impegnato nel campo dell'aggiornamento professionale, dell'educazione ambientale e della divulgazione naturalistica, oltre all'attività didattica strettamente correlata al ruolo accademico.
L'attività scientifica da lui svolta è stata rivolta a varie tematiche nel campo della geobotanica e della biosistematica vegetale, con particolare riferimento ai territori dell'area mediterranea, come documentato dai lavori a stampa.
Nel settore della Biologia vegetale applicata ha lavorato in collaborazione con ricercatori dell'area chimica, farmaceutica ed agraria ed ha rivolto particolare interesse alle problematiche inerenti la conoscenza, la conservazione e il recupero del patrimonio storico e naturalistico custodito in parchi e giardini della Sicilia orientale. In tale campo si inseriscono le ricerche volte a realizzare il censimento di giardini storici e lo studio della componente vegetale, la catalogazione informatica dei dati rilevati e la restituzione grafica dell'impianto. Ha inoltre condotto studi su taxa appartenenti alla flora sicula, italiana e di vari altri territori mediterranei quali Grecia, Turchia, Cipro, Libia, Malta, Israele, Spagna, Francia, ecc., prendendo in considerazione gli aspetti tassonomici, cariologici, anatomici, ecologici e corologici; essi hanno consentito di chiarire l'inquadramento sistematico di numerose specie critiche o poco note, soprattutto dei generi Allium, Limonium, Desmazeira, Scilla, Hyoseris, Jasione, Suaeda, Plantago, individuando e descrivendo numerose specie nuove per la Scienza, fra queste sono da citare: Jasione sphaerocephala e Allium pentadactyli per l'Italia meridionale, Desmazeria pignatti per la Sicilia e Malta, Scilla dimartinoi, Allium lopadusanum e Suaeda pelagica per Lampedusa, Hyoseris frutescens e Allium lojaconoi per Malta, Allium greuteri per la Libia, Allium franciniae per Marettimo, A. kolmannianum e A. daninianum per Israele, A. rhodiacum e A. archeotrychon per Rodi, A. lagarophyllum, A. karistanum e A. thessalicum per la Grecia, A. valdesianum e A. oporinanthum per la Spagna, A. cyprium, A. lefkarense e A. maratasicum per Cipro, A. anzalonei per l'Italia centrale.
Si è occupato dell’ organizzazione, direzione e coordinamento di diversi gruppi di ricerca e di iniziative in campo scientifico.
Da numerosi anni inoltre si occupa delle attività legate alla promozione dell'Orto Botanico dell’Università di Catania quale istituzione museale che svolge nel territorio un ruolo di grande importanza per la divulgazione scientifica e l'educazione ambientale.
Nell'ambito di tali attività ha predisposto, in collaborazione con la prof. Anna Guglielmo, diverse edizioni della guida illustrata dell’Orto Botanico.




Torna indietro


>>> made by Mediaetna