015 Grotta Immacolatella I

Trattasi di una grotta di scorrimento lavico articolata in sale e gallerie di vario aspetto. I crolli sono frequentissimi ed imponenti. Solo in qualche tratto, in corrispondenza di ambienti meno vasti, la cavità è ben conservata e rivela chiaramente la sua genesi. Il pavimento è in gran parte costituito da grossi blocchi a spigoli vivi, altrove da piastre basculanti che danno l'impressione, anche acustica, di camminare su un tetto di tegole malferme. In altri punti il pavimento è di soffice terriccio o di terra battuta; è questo il caso di una sala dove l'acqua di percolamento si raccoglie in una pozzanghera. Infine, in una saletta oltre una strettoia, si cammina su lava a corde. La volta è generalmente alta più di due metri. Fenomeni di rifusione si presentano sotto forma di piccole stalattiti solo nei punti in cui la grotta è ben conservata; sono presenti un po' ovunque delle lamine di lava distaccate, in diverse zone esse formano i caratteristici rotoli. Si osservano numerosi pipistrelli di diverse specie e funghi.