LE GROTTE

Rappresentano alcuni tra degli ambienti pi¨ singolari per le particolarissime condizioni che le caratterizzano. Da un punto di vista biologico, oltre alle grotte, l'ambiente sotterraneo comprende anche le cavitÓ che percorrono in tutti i sensi il sottosuolo, incluse le cavità artificiali (miniere, cave, etc) e le acque sotterranee.

Assenza di luce, elevata umiditÓ atmosferica (spesso prossima alla saturazione), costanza della temperatura (corrispondente di solito alla temperatura media annuale della regione in cui Ŕ situata la grotta) e immobilitÓ atmosferica sono le caratteristiche più importanti dell'ambiente sotterraneo. Tali caratteristiche condizionano in maniera determinante la presenza della flora e della fauna cavernicole. In rapporto alla loro natura, le grotte di Sicilia possono essere vulcaniche, carsiche o di abrasione.

Questa pagina Ŕ realizzata con la partecipazione di:


a cura del Centro Speleologico Etneo:

Il Complesso Immacolatelle e Micio Conti
e
La Grotta Monello

Complesso Immacolatelle e Micio Conti

Grotta Cantarella

Il complesso Immacolatelle Ŕ composto da 4 cavitÓ di scorrimento lavico formatesi in lave datate tra il 122 a.C. e il 252-253 d.C. e con uno sviluppo complessivo di circa ??? m. All'interno si trovano stalatti di rifusione, cioè plasmate dal gocciolamento della lava ancora calda e plastica, rotoli originati dal distacco dalle pareti di lamine di lava ancora plastiche ma che non avevano la temperatura sufficiente per saldarsi alle pareti. Non mancano degli esempi di pavimentazione foggiata da lave a corde. Questo complesso ospita una colonia di pipistrelli e altre specie come Myotis myotis, Myotis blithy, Miniopterus schreibersi e Rhynolophus ferrum equinum. La grotta Micio-Conti Ŕ una cavitÓ formatasi in lave preistoriche non datate. Oltre alla stalattiti da rifusione sono presenti delle notevoli striature sulle pareti dovute al flusso viscoso della lava ancora calda.


GROTTA MONELLO

La grotta Monello, ubicata nel Comune di Siracusa in località "Grotta Perciata", costituisce per la ricchezza delle concrezioni presenti, di vario tipo e dimensioni, una delle più spettacolari e interessanti cavità carsiche di tutto il settore orientale della Sicilia.
Si divide in due rami di cui uno costituito da ampie sale ricche di concrezioni, e l'altro da una galleria da cui si dipartono rami secondari.
La cavità risulta altresì importante, dal punto di vista scientifico, sia per la particolare fauna riscontrata, che per alcuni ritrovamenti archeologici che testimoniano la presenza dell'uomo primitivo in questa area.
La cavità ha subito negli anni scorsi una devastante manomissione a causa di alcuni maldestri interventi realizzati alfine di rendere fruibile turisticamente parte della grotta.
Inoltre, sempre negli anni scorsi, nuove fenditure si sono aperte in alcuni settori di essa, molto probabilmente imputabili ai lavori di coltivazione con esplosivi di alcune vicine cave.


Per ulteriori informazioni contattare:

Centro Speleologico Etneo
via Cagliari 15
95127 Catania
Telefono fax e segreteria 095-432876
WEB server
E-Mail


Last revised on 03-28-1996 at 19:24:59 by Roberto Maugeri